logo
Cerca nel sito
  • Presso Qderm un innovativo sistema laser CO2 frazionale.

    Il reparto laser di Qderm si è recentemente arricchito  di una  importante novità: il sistema laser CO2 Slim Evolution II  di Lasering il quale si avvale del sofisticato sistema scanner computerizzato  Mixto Pro, fra i più evoluti  sul  trovare sul mercato dei laser medicali  per le procedure di  laser skin rejuvenation e  laser skin resurfacing frazionale.

    Questa piattaforma laser  completa la disponibilità presso Qderm di trattamenti effettuabili con laser frazionali, ablativi e non- ablativi, aggiungendosi al laser ablativo Erbium YAG 2940 nm a pulsazione  modulata, al laser Er: YAG 1550 nm frazionale non-ablativo, al laser Nd: YAG 532 nm FD frazionale, al laser Q switched 1064 nm frazionale, offrendo lo stato dell’arte nelle possibilità di trattamento laser frazionale di svariate condizioni ed affezioni della pelle. Inoltre essendo disponibili  numerose diverse piattaforme laser, LED e di luce policromatica intensa (IPL), presso Qderm  il dermatologo, fatta la diagnosi e discusso con il paziente il piano di trattamento  più adatto,  ha la possibilità di combinare  metodiche e tecnologie differenti nello stesso trattamento.

    Come sempre  in medicina,  deve essere infatti ricordato che è essenziale non soltanto l’eccellenza della tecnologia disponibile, ma  garantire una diagnosi dermatologica preliminare, al fine di  identificare le più appropriate soluzioni di trattamento con laser, se effettivamente indicato,  le più adatte al caso e con il migliore rapporto costi/benefici per il singolo problema e per il singolo paziente.

     

    Il laser CO2  frazionale Slim Evolution II con scanner computerizzato Mixto Pro  produce  microspots di 180-300 μm distribuiti sul tessuto in modo non sequenziale, permettendo così  il più idoneo raffredamento del tessuto adiacente gli spots, riducendo il rischio di effetti collaterali e aumentando il livello di  comfort del paziente.

    Con questo sistema è garantita una distribuzione uniforme di energia sul tessuto, con ottimale rapporto tra risultato terapeutico, rispetto della salute del tessuto, e con  migliore  comfort del paziente e, non da ultimo,  con tempo di guarigione ridotto.

    Questo sistema permette al dermatologo il  più ampio range di utilizzo che spazia tra una leggera ablazione (laser refreshing o light laser peeling CO2) e una ablazione aggressiva (laser skin resurfacing CO2 tradizionale),  attraverso innumerevoli livelli intermedi in grado di soddisfare qualsiasi richiesta ed aspettativa da parte del paziente.

    Video Mixto Laser CO2 Slim Evolution II frazionale

    Le prerogative del laser CO2 (anidride carbonica)  sono:

    • Stimolazione  termica del collagene della pelle
    • Effetto Tightening, dovuto alla contrazione termica del collagene
    • Minimo rischio  del laser frazionale di effetti collaterali
    • Uniformità di trattamento
    • Breve tempo di  medicazione e di recupero post-laser

             dr. Marco Dal Canton – Dermatologo – Direttore Qderm

    Leave a reply →