logo
Cerca nel sito
  • Trattamento della perdita di volume nell’invecchiamento del volto

    La perdita di volume tessutale è un aspetto misconosciuto del processo di naturale invecchiamento del volto, legato principalmente alla riduzione e riposizionamento dei pannicoli adiposi del viso e al cambiamento della struttura delle ossa del viso. Le principali aree del viso dove la perdita di volume tessutale si rende progressivamente evidente sono:

    • l’area zigomatica, che contribuisce a produrre un aspetto emaciato, specialmente nei soggetti magri e con viso spigoloso;
    • il solco lacrimale e l’area infraorbitale (solco nasogiugale o tear through), la concavità posta sotto gli occhi si accentua a causa della modificazione della struttura ossea e dei tessuti molli sovrastanti, contribuendo a dare allo sguardo un aspetto affaticato;
    • le pieghe nasolabiali, che, con il contributo della perdita di elasticità dei tessuti e dell’effetto della gravità, si approfondiscono, si accompagnano a solchi cutanei (rughe) spesso non distensibili, e si prolungano al di sotto della linea del labbro, a produrre un aspetto intristito (pieghe della marionetta);

    I deficiti di volume tessutale del volto coinvolgono inoltre spesso le

    • labbra, che modificano volume e spessore, spesso in associazione ad una perdita di continuità del profilo del labbro e a solchi verticali della regione sopralabiale (bar code);
    • la guancia, che in gioventù hanno più volume, superficie più liscia e regolare;
    • l’arco della mandibola e la parte inferiore del viso, perdono definizione a riposo e nel movimento, rendendo irregolare ed appesantito il confine tra viso e collo, spesso in associazione con solchi (rughe).

    I filler dermici sono impiegati da molti anni con elevato profilo di sicurezza poiché ogi riproducono qunto già è disponibilein natura nei connettivi: l’acido ialuronico, un normale ed essenziale costituente dei nostri tessuti. L’acido ialuronico è in grado di correggere i difetti di volumi e di contorno del volto, migliorando spessori e qualità dei tessuti molli. Sono stati introdotti recentemente acidi ialuronici di ultima generazione, caratterizzati da una tecnologia di produzione avanzata, tale da assicurare una elevata versatilità e flessibilità di impiego per il miglioramento dei volumi del viso e per il ringiovanimento dei vari distretti del volto, garantendo il ripristino di un aspetto naturale ed armonioso del volto, con discrezione, elevata tollerabilità, lunga durata e non completa reversibilità dei risultati. La tollerabilità di questi nuovi trattamenti e la naturalezza dei risultati ottenibili con gli acidi ialuronici di ultima generazione, in particolare per la correzione dei volumi del volto (tecniche di volumizzazione), costituiscono oggi una importante svolta migliorativa nell’armamentario a disposizione per il miglioramento dei segni dell’invecchiamento del viso ( e non soltanto).

    Inoltre la procedura di volumizzazione prevede l’impiego di una tecnica di impianto estremamente poco dolorosa, molto tollerata, con effetto immediati e con una bassa incidenza di effetti indesiderati, tanto da potere riprendere pressoché da subito le proprie occupazioni senza importanti imbarazzi. La tecnologia di produzione di questi materiali di ultima generazione, estremamente malleabili e coesivi, garantisce un gonfiore minimo, una durata prolungata dell’effetto ottenuto, un aspetto ed una consistenza dei tessuti estremamente naturali.

    Leave a reply →